Sai qual'è la tua estensione vocale?

Ho incontrato spesso studenti di canto che non avevano idea di quale fosse l'estensione della loro voce (anche se studiavano già da tempo con qualcuno).

Anche se non conoscete la musica è però importante rendervi conto di quali suoni siete fisiologicamente in grado di produrre (in base alla forma delle vostre corde) altrimenti potreste sentirvi da meno perchè non riuscite a raggiungere certe note o ancora peggio potreste spingervi troppo oltre e andare a rovinare la vostra voce.

Facciamo un po' di chiarezza su termini che potreste aver sentito.

ESTENSIONE UMANA: sono tutte le note che la voce umana può produrre, dalla più grave alla più acuta.

ESTENSIONE MUSICALE: sono le note emesse, sulle quali ci può essere una consistente variazione d'intensità e che quindi possono essere usate nel canto. In questo caso si considera anche

TESSITURA VOCALE: quell'ottava e mezzo circa più comoda, solitamente centrale alla propria estensione musicale.

In base alle caratteristiche dell'estensione (ed anche del vocal tract e della laringe) poi si fa una classificazione delle voci (che in realtà ha più senso nella musica classica ma è comunque interessante da sapere come informazione su se stessi): soprano, mezzosoprano, contralto per le donne, basso, baritono e tenore per gli uomini.


Schema secondo nozione classica. Fonte: "Lo studio del canto" di A. Juvarra

Vuoi saperne di più? Scrivimi e prenota la tua lezione di ANALISI DELLA VOCALITA' in cui scopriremo insieme le caratteristiche della tua voce.











22 visualizzazioni
LOGO.jpg